Lettera di benvenuto

Lettera di benvenuto

Finalmente si parla di disturbi del comportamento alimentare e si può trovare un solido appoggio entrando in contatto con molte persone pur restando nell’ anonimato. 

Questa Associazione è nata per volontà di un gruppo di genitori con figli malati di D.C.A. che, dal 2007, si riunivano per trovare conforto…e da allora è nata l’ esigenza di costituire proprio un’Associazione per noi genitori, per aiutarci a vicenda ad affrontare tale problema: perché avere un figlio con un D.C.A. è un’ esperienza che insegna molte cose, ma procura altrettante sofferenze. 

In tale situazione i genitori si pongono sempre la stessa domanda: “Cosa dobbiamo fare?!”

… “Ti piomba addosso quando meno te l’ aspetti, ne senti parlare ma sembra che a te non possa mai succedere..” (dal Gazzettino di Belluno del 17 dicembre 2006).

ANGOSCIA-INCAPACITA’-DISAGIO: sono le tre parole per descrivere come ci si sente a contatto con l’anoressia, la bulimia, e i disturbi dell’ alimentazione incontrollata.

ANGOSCIA: che ti stringe il cuore.

INCAPACITA’: non sai come affrontare le “crisi”, non sai come comportarti, si è impotenti di fronte al malessere psico-fisico del proprio figlio.

DISAGIO: perché si è soli e abbandonati. Parenti, amici e conoscenti non capiscono e il più delle volte intervengono solo per giudicare… così la famiglia si isola e combatte da sola questo Mostro che si chiama disturbo alimentare. 

Sono malattie e come tali vanno affrontate sul nascere con personale esperto.

In queste situazioni un ruolo rilevante è svolto dalla famiglia che, soprattutto all’ insorgere della malattia, è disorientata per mancanza di informazione (spesso nemmeno il medico di base è in grado di dare un aiuto rilevante).

E’ la famiglia che deve prendere il Mostro in mano, deve mettersi in discussione col proprio figlio con sedute di psicoterapia familiare. Il problema non è soltanto della persona disturbata ma dell’intero nucleo familiare. E’ importante che tutti abbiano a disposizione strumenti per offrire un supporto efficace al membro in difficoltà.

Soprattutto all’inizio non si riesce a identificare bene cosa sta accadendo e si tende a pensare che sia solo un momento di crisi passeggera. L’importante, invece, è non aspettare a chiedere aiuto. Più il tempo passa e più la malattia prenderà il sopravvento sulla persona. Ricorda che è una malattia e come tutte le malattie va curata: non vergognarti e non aver paura di uscire allo scoperto… Noi siamo qui per sostenerti nella tua battaglia!

Se ti senti solo contattaci o vieni alla nostra Associazione: ci riuniamo ogni primo giovedì del mese dalle ore 20.00 alle ore 22.00 circa, presso il convento dei frati Capuccini di Mussoi (Belluno). Lì troverai solidarietà e conforto e vedrai… non ti sentirai più solo. Ci sono famiglie che ti accoglieranno con un sincero abbraccio.

Come Presidente dell’Associazione Margherita voglio tendere la mano a te mamma disperata, perché solo chi ha provato un così grande dolore può capirti. Io ho fiducia che di anoressia e bulimia si può guarire e questa fiducia l’ho trasmessa a mia figlia quando stava anche lei molto male. Noi abbiamo lottato tutti assieme… e CE L’ ABBIAMO FATTA!!! Credici… di D.C.A. si può guarire…

Un grosso abbraccio

L’Associazione Margherita Belluno aderisce a

logo coordinamento nazionale disturbi alimentariLOGO FENICE

Associazione Margherita Belluno Viale Roma n. 64 32014 Ponte nelle Alpi (BL). e-mail: assmargheritabl@libero.it Telefono: 331 91 86 820
Per contributi codice IBAN: IT41 E058 5611 9010 9257 1310 685